Colgo lo spunto per questa rifles­sione dalle parole di papa France­sco dell'udienza di mercoledì scor­so, 9 aprile: in particolare questa frase: Lo Spirito santo è l'anima della Chiesa.

Voi sapete che lo Spirito Santo costituisce l'anima, la linfa vitale della Chiesa e di ogni singolo cristiano: è l'Amore di Dio che fa del nostro cuore la sua dimora ed entra in comunione con noi.

Lo Spirito Santo sta sempre con noi, sempre è in noi, nel nostro cuore.

Pensate a una mamma

Non c'è Settimana Santa se noi non celebriamo e viviamo gli avvenimenti di questi giorni. In questi giorni infatti ricordiamo i "avvenimenti" eccezionali. Sono passati due secoli, ma ogni anno, e ogni giorno noi viviamo l'e-sperienza della presenza del Figlio di Dio che "senza dimenticare che era il Figlio di Dio si mise "con tutta la forza del suo amore e il coraggio del suo Cuore" a servizio della sua creatura. Dio Lui è scritto "il Figlio dell'uomo, che non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti". (Mt. 20,28)
Forse ci meraviglia che dica: "per molti" ! Perché non dice "per tutti" ?
Gesù vorrebbe che "tutti" accogliessero il suo messaggio e il suo invito!
Invece

II Vangelo di Marco comincia proprio raccontando come Gesù vive il GIORNO DEL SIGNORE. E' Sabato, entra nella Sinagoga di Cafarnao come tutti gli altri. Si mette in ascolto della Parola di Dio come viene proclamata dal lettore, Invitato dal Capo della Sinagoga a parlare, ma già alle prima parole viene interrotto. Quell'uomo vittima della Prepotenza di Satana che lo interrompe, provoca una reazione da parte di Gesù che lo libera da Satana.

Quando uno chiede da bere, è segno che ha “sete” … ma se poi si intrattiene a conversare, parlando di tante cose, e anche di acqua, anzi offrendo un’acqua speciale proprio a colei alla quale aveva chiesto da bere, che cosa pensare ? Sta giocando con la persona, oppure vuole provocare una riflessione?

Domenica scorsa abbiamo detto: La “Parola” educa l’uomo. Gesù ci insegna ha accettato di farsi tentare dal Diavolo per dare qualche insegnamento pratico, concreto, efficace. 1 La prima tentazione è tutta legata alla “parola”. Il primo suggerimento è quello di essere vigili e attenti: non lasciarci sedurre dalle parole. Satana inizia il dialogo con parole lusinghiere e quasi gentili: “se tu sei Figlio di Dio, dì che  queste pietre diventino pane”!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.