Fedeli carissimi, il mese di ottobre ci chiama ogni anno a vivere con gioia l’anniversario della nascita della nostra Parrocchia: 7 ottobre 1984. Mentre domenica 3 ottobre celebriamo insieme nella semplicità questa ricorrenza, voglio proporvi una riflessione sull’importanza di sentirci membra vive e responsabili della Comunità.

Stanno riprendendo in parrocchia le varie attività attraverso le quali si svolge la vita pastorale: catechesi, liturgia, azione cattolica, servizi vari, riunioni, caritas, feste. . .

Tutto questo richiede l’impegno di tante persone disponibili: chi ha buona volontà e generosità trova il modo di rendersi utile agli altri a fianco del sacerdote.

Poiché il sacerdote non è l’unico responsabile della vita pastorale, tutti i “cristiani convinti” devono sentirsi chiamati alla partecipazione attiva, cercando di collaborare nel reciproco aiuto e sostegno. Purtroppo ci sono degli ostacoli che impediscono di raggiungere questo obiettivo, primo fra tutti la fuga nell’individualismo e nella religione privata. Questo porta un po’ alla volta ad “essere cristiani senza Comunità”: un’assurdità.

È importante e necessario, per chi ne ha la possibilità, uscire dai quattro muri della propria casa, incontrare gli altri, confrontarsi con loro sulla propria fede per approfondirla, maturarla e farne un dono reciproco.

Dobbiamo essere parte viva della Comunità, specialmente se il Signore ci ha arricchito dei suoi doni.

Quanto dispiace conoscere persone che per la loro formazione e capacità potrebbero benissimo dare il loro contributo alla pastorale della parrocchia e invece, nonostante gli inviti, vivono chiuse agli altri, senza donare un po’ del loro tempo libero in qualche settore in cui si svolge la vita della Comunità.

Ci aiuti il Signore a riscoprire il nostro compito nella Comunità parrocchiale e a svolgerlo con umiltà a vantaggio dei fratelli, così che tutti possano sentirsi “tralci della stessa vite e membri dello stesso corpo”.

don Luciano


"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.