Fedeli carissimi, se il mese di aprile appena terminato è stato caratterizzato dalla festa di Pasqua, quello di maggio, da poco iniziato, è contraddistinto da sempre dalla devozione alla Madonna, che si manifesta in modo speciale nel “fioretto”.

Questa antica consuetudine vede la partecipazione di tante persone alla recita del santo Rosario, intorno ai “capitelli” che si trovano nelle varie zone della Parrocchia. Altre persone invece preferiscono venerare e invocare la Madonna pregando insieme in famiglia, davanti a un’immagine della Vergine Maria.

Con la preghiera del Rosario siamo chiamati ad approfondire nella fede il posto che ha avuto Maria nella storia della salvezza e che ha ora nella Chiesa; saremo aiutati ad accogliere, sull’esempio di Maria, la Parola di Dio e a viverla concretamente; saremo poi portati a imitare Maria quale modello di fede, di carità e di preghiera.

Riflettendo sui momenti più importanti della vita di Gesù, a cui fu strettamente associata la Vergine Maria, comprenderemo facilmente il legame vitale che unisce Gesù a sua madre, e anche il nostro legame con Maria, proclamata da Gesù sulla croce come nostra madre.

Il “fioretto” è un impegno per tutti coloro che amano la Madonna e confidano nella sua protezione. Accogliamo allora l’invito della Chiesa e sforziamoci di trovare in questo mese un po’ di tempo da dedicare “insieme” alla preghiera a Maria.

La Vergine santa protegga le nostre famiglie e tutta la Comunità parrocchiale e ci aiuti a vivere da veri discepoli del suo figlio Gesù.

don Luciano

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.