Fratelli carissimi, le quattro settimane che precedono il Natale si chiamano Avvento. L'Avvento è un gioioso tempo di attesa per lasciarci illuminare da Gesù, la Luce vera che viene da Dio. In questi giorni cascate di luci inondano le strade e gli alberi; i passanti sostano meravigliati davanti alle vetrine dei negozi; un aspetto festoso riluce nei volti.
Ma facciamo attenzione che la frenesia e le luci artificiali non ci facciano dimenticare la ragione vera di questa gioia. Il grande dono, unico e gratuito che Dio fa agli uomini è un bambino che si chiama Gesù. Come i regali che noi facciamo in questo periodo sono un segno di affetto per le persone care, così la nascita di Gesù è una prova dell'amore di Dio per gli uomini.
Per poter ricevere questo dono dobbiamo solo aprire la porta del nostro cuore quando Egli arriverà e busserà. Teniamoci pronti, non lasciamoci distrarre dalle cose inutili e illusorie, ma prepariamo il nostro cuore ad accogliere Gesù. Egli è come una stella che brilla nella notte, come una bussola che indica la giusta direzione, come una luce che guida inostri passi.
La Scrittura definisce Gesù come il Sole che illumina la nostra vita: Egli ci aiuta a trasformare in "luce" tutto ciò che in noi è "oscurità". Trasformare la nostra chiusura in interessamento, la nostra indifferenza in sensibilità, il nostro egoismo in generosità, la nostra pigrizia in impegno.
La presenza di Gesù in noi ci deve stimolare a diventare migliori, a togliere il male dalla nostra vita. Un cuore pieno di bontà e di buona volontà è la migliore nostra risposta all'infinito amore che Dio ha dimostrato per noi.
Rendiamoci allora disponibili come Maria ad accogliere Gesù in noi; Egli possa riempire il nostro cuore della sua luce, della sua bontà, della sua pace, così che anche noi nel giorno di Natale possiamo cantare pieni di gioia: "Gloria a Dio nell'alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama".

Don Luciano


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.