Fedeli carissimi, si è svolta nell’ultima settimana del mese scorso la Festa della Comunità: il mio grazie riconoscente a tutte quelle persone che si sono impegnate con generosità nei vari settori per la sua buona riuscita. Facciamo ogni anno questa festa per dare l’opportunità a tutti i membri della Parrocchia di sentirsi Comunità.

Oggi tante persone sono ammalate di individualismo, vivono isolate dagli altri. La Parrocchia può essere per queste persone il luogo dell’incontro con gli altri; essa infatti, per definizione, è una Comunità di fedeli. Non si può essere cristiani da soli, ma si deve vivere la propria fede insieme agli altri: così ci si riscopre Comunità.
Ma come nasce una Comunità cristiana? Alla sua origine c’è la Parola di Dio annunciata, ascoltata, meditata e vissuta: occorre poi applicarla alle circostanze quotidiane e concrete della via.
La Comunità poi ha per centro e culmine la celebrazione dell’Eucaristia: mediante l’Eucaristia essa affonda le sue radici nel mistero di Cristo morto e risorto che vive tra noi. Unendo al sacrificio di Gesù le nostre sofferenze, fatiche e difficoltà, esse diventano offerta gradita a Dio e fonte di salvezza.
Ma vi è un terzo elemento che contribuisce a formare la Comunità: è l’amore effuso nei nostri cuori dallo Spirito Santo. Questo amore deve farsi concreto, visibile. I membri della Comunità devono realizzare uno stile di rapporti informati dallo spirito di bontà, di amicizia e di fraternità.
La Parrocchia è il luogo privilegiato per rivivere nel nostro tempo lo stile di vita delle prime comunità cristiane i cui membri, scrive Luca, “erano un cuore solo e un’anima sola”.
Mi auguro che anche questa riflessione convinca ciascuno a sentirsi unito agli altri membri della Comunità, superando atteggiamenti di grettezza, e di chiusura che, tra coloro che si ritengono cristiani, non hanno ragione di esistere.
A risentirci ad ottobre.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.