Fedeli carissimi, si avvicina la Pasqua, la festa della vita che sconfigge la morte. Pasqua è la certezza che Qualcuno è passato attraverso la morte ed è tornato a dirci che senso ha questa nostra vita. È la certezza che questa nostra storia quotidiana, a volte così drammatica, ha un valore di eternità già inserito nelle pieghe del suo evolversi. La Pasqua ci offre una nuova chiave di lettura di tutto ciò che fa parte della nostra vita, ci offre la forza di Colui che può dirci con verità:

« Coraggio, Io ho vinto il mondo ». Cristo risorto sconfigge l’ostilità di chi ha voluto eliminarlo come scomodo profeta e non ha voluto accettarlo per quello che era veramente.
In quel giardino vicino al Calvario c’è un sepolcro vuoto; e in quel mattino luminoso un grido di vittoria risuona di bocca in bocca: « Il crocifisso non è qui, è risorto! ». Non è fanatismo, ma fede in un mondo nuovo al di fuori del quale non c’è che la morte.
I discepoli, animati dalla fede in Cristo risorto, cominciano a invadere il mondo con la forza della vita che non muore: tutte le persecuzioni esterne e le debolezze interne non potranno arrestare il cammino di questo “piccolo gregge”.
La Pasqua di Cristo è una realtà che è a fondamento della fede cristiana; è anche una sfida all’uomo di oggi così orgoglioso del suo progresso, eppure così debole e incapace di godere delle sue conquiste.
La Pasqua per il cristiano è il grande annuncio che mette entusiasmo e fa superare ogni timore, perché sa che « Cristo è veramente risorto », e ogni uomo può in Lui risorgere a vita nuova. La Pasqua apre nuovi orizzonti, colorati di speranza e di luce.
Ora veramente ci potrà essere nel mondo la pace, la giustizia, la verità, la fratellanza e il rispetto per ogni uomo redento da Cristo. Questo è il fermento nuovo di cui parla il Vangelo: è la presenza nel mondo della vita di Cristo che ha vinto la morte.
È una presenza che porta ancor oggi le cicatrici del martirio (che fanno riconoscere il crocifisso-risorto), ma una presenza che genera vita e porta una gioiosa e incrollabile speranza: « Se Cristo è risorto, anche noi un giorno in Lui risorgeremo! ».
BUONA PASQUA a tutti.
don Luciano


"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.