L’estate rimane pur sempre per i nostri ragazzi una bella stagione: accantonati libri e quaderni, godono del meritato riposo dalla scuola e da tante altre attività che li tengono superimpegnati in tutto il resto dell’anno. In questo periodo potrebbe succedere anche che non sappiano come trascorrere così tanto tempo libero e subentri quindi la noia: « Cosa faccio.. .? ».

Perché non esistesse solo televisione e computer, noi come Comunità abbiamo dato ai nostri ragazzi dai 10 ai 14 anni un’altra opportunità di occupazione.

Ricchi dell’esperienza positiva dello scorso anno, anche quest’estate, nella prima settimana di luglio, li abbiamo accolti presso il nostro Centro parrocchiale, offrendo loro la possibilità di impiegare in modo utile e insieme agli altri alcune ore del giorno, con un primo approccio ad “antichi lavoretti”.

Eccoli allora alle prese con compensato, trafori, forbici, uncinetti, aghi, fili, paillettes. . .

Nonostante la calura estiva si sono presentati ogni mattina con tanta voglia di fare. Il risultato: oggettini semplici, ma tutti pezzi unici, realizzati con le loro mani e con tanto impegno, fantasia e sudore. Per i “maestri adulti”, contagiati da tanto entusiasmo, è stata così tanta la soddisfazione da riconfermare subito anche per il prossimo anno l’iniziativa, magari arricchita di altre novità.

Gianna Rosso

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.