Amare; amare nella gioia; amare ed insegnare ad amare; amare ed essere testimoni d’amore. Non c’è altra ricetta per educare alla fede.
In una società affogata nelle parole e sommersa dalle immagini non basta più ribadire ai nostri ragazzi l’elenco dei precetti e dei divieti.
No, se vogliamo trasmettere loro i valori che guidano la nostra vita, se vogliamo accompagnarli a scoprire la gioia della fede, è indispensabile ricominciare dall’amore.
C’è una preoccupazione diffusa oggi in tante famiglie credenti, che nel contesto sociale e culturale odierno temono di non riuscire a trasmettere la preziosa eredità della fede ai propri figli. È vero, educare alla verità della fede appare oggi più difficile rispetto al passato, perché la nostra società sembra dominata dalla secolarizzazione e dal relativismo.
Ma c’è una terapia vincente che ribalta le prospettive e permette di guardare al futuro con occhi diversi: vivere la fede come gioia e assaporare quella serenità profonda che nasce dall’incontro con il Signore. La fonte della gioia cristiana è questa certezza di essere amati da Dio, con un amore più grande delle nostre infedeltà e dei nostri peccati, un amore che perdona. L’amore è quindi l’unica e reale forza educatrice.
Adolescenti e giovani in particolare, che sentono dentro di sé il richiamo prepotente dell’amore, devono essere educati a comprendere, decodificare e vivere con responsabilità il fuoco che arde nei loro cuori. La fede e l’etica cristiana non vogliono soffocare l’amore, ma renderlo sano, forte e davvero libero: proprio questo è il senso dei comandamenti che non sono una serie di “no”, ma un grande “sì” all’amore e alla vita.
Educare al vero amore significa in fondo educare alla fede.


Luciano Moia

"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

locandina incontri fidanzati cittadella 2018

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.