Vogliamo ringraziare p. Antonio Porcellato, missionario SMA (Società Missioni Africane), per averci dato ancora una volta la gioia di essere Comunità missionaria accogliente.

È stato in mezzo a noi durante la prima settimana di marzo in diversi momenti di vita comunitaria. Ha incontrato i ragazzi della Catechesi e il gruppetto dei Giov.imi, ha presieduto l’incontro di preghiera nel primo giovedì del mese e ha partecipato alle quattro Celebrazioni eucaristiche di domenica 6 marzo.

Ci ha parlato con tutto il suo ardore missionario e ha focalizzato la nostra attenzione sui vari problemi sociali dell’Africa e della Chiesa africana.

Ha coinvolto in modo particolare i giovani nell’animazione di una Messa per aiutarli a rendersi più responsabili della crescita della loro fede e della dimensione missionaria della loro vita.  Un tempo dire “missione” voleva dire terra lontana; oggi il lontano è divenuto luogo vicino.

Ieri “missione” voleva dire andare e portare l’annuncio del Vangelo a chi non lo conosceva; oggi dobbiamo renderci sempre più consapevoli che essere missionari significa essere inviati dal Signore a testimoniare la nostra fede in ogni luogo in cui si svolge la nostra vita.

P. Antonio ci ha « portato in casa » le necessità di tanti nostri fratelli, anche se a noi sconosciuti, così che non potevamo non sentire il desiderio di dare loro anche un aiuto materiale.

Allora ci hanno pensato le mamme della nostra Comunità: aiutate da un tiepido sole, per tutta la giornata di domenica hanno offerto sul piazzale della chiesa dei dolcetti di carnevale che le avevano viste impegnate, nei giorni precedenti, in allegria intorno ai fornelli per friggere un’infinità di crostoli che emanavano “profumo” di carnevale.

Alla fine sono stati raccolti e consegnati a p. Antonio 1200 Euro. Possa anche questa piccola esperienza alimentare la nostra passione per la Missione di Gesù e della Chiesa nel mondo.

Rosso G.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.