Anche quest’anno, all’inizio di febbraio, l’appuntamento con la Giornata per la Vita ci ha rinnovato il ricordo di questo fondamentale valore umano.

Come Comunità cristiana abbiamo invitato tutte le nostre famiglie, tempio della vita, a pregare, durante l’Eucarestia domenicale per questo dono sacro.

Dove possiamo infatti trovare la forza per il nostro cammino se non dall’incontro con quel piccolo Bambino che qualche giorno prima (2 febbraio) abbiamo celebrato come “Luce del mondo”? Dove possiamo trarre forza per superare le difficoltà, anche le più pesanti, se non nutrendoci di Lui “Pane spezzato per noi”? Durante la celebrazione ci sono stati momenti molto significativi, come quando una giovane coppia in attesa ha affidato al Signore il loro figlio, da sempre desiderato, accolto ed amato.

Guardando una mamma in attesa sempre si pensa al mistero della vita: ogni figlio è “parola”, ogni figlio è “benedetto il frutto del tuo seno”.

La numerosa presenza di bambini e ragazzi ci ha fatto gustare alla fine della Messa un altro gioioso momento. Ciascuno di loro era venuto portando un cartoncino colorato con scritto un messaggio in tema. L’hanno poi lanciato nel cielo azzurro legato ad un palloncino.

Francesca ha scritto: « Grazie Signore che mi hai fatto lo splendido dono della vita. Grazie perché rendi ogni mio giorno sempre più bello e, per favore, fa’ che io possa vivere sempre al tuo fianco ».

Tutto questo è: amare, desiderare, rispettare, fidarsi . . . comunicare Luce e Vita.

Rosso Gianna

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.