“Dio è madre” ha dichiarato un giorno papa Luciani. È un’affermazione che andrebbe rilanciata per ricordare che la maternità è il più grande miracolo della vita. È il mistero che più avvicina la donna a Dio. Ogni mamma può trasmettere ai suoi figli il vero senso della vita, quel calore che dà sicurezza, la certezza di essere perdonati quando si sbaglia, di non essere mai soli. Ai nostri giorni la maternità ha subito un calo allarmante; oggi la donna ha poco tempo da dedicare ai figli. Spaccata in due tra famiglia e lavoro, sembra aver perso la sua identità; maggiormente preoccupata della propria realizzazione nel campo professionale, non ha saputo dar voce alla ricchezza del suo mondo interiore. Un mondo ancora in parte da scoprire che proprio in quella maternità spesso negata, sacrificata ad altri valori spesso inferiori, trova la sua dimensione più vera, più alta.
Oggi è difficile conciliare il ruolo di madre con altre legittime aspirazioni; la nostra società è ancora lontana dall’andare realmente incontro alle madri lavoratrici. Ma dire “sì” alla maternità, mettere i figli al primo posto, essere per loro un punto di riferimento sicuro in questo mondo sconquassato, è dire “sì” al vero riscatto della donna.


Gennaro Matino

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.