Riguardo a quei principi non negoziabili che toccano particolarmente la promozione e la tutela della vita umana, della famiglia fondata sul matrimonio e non su altre forme di unione, il magistero del Papa è un punto di riferimento illuminante e indispensabile, in un tempo nel quale vengono messe in discussione le verità fondamentali inscritte nell’essere umano.
Le reazioni e le polemiche contro l’insegnamento della Chiesa rendono in realtà ancora più evidente la necessità di una parola chiara e coraggiosa.
L’impegno per la difesa della famiglia non è un impegno primariamente religioso, ma umano.
E la critica che il Papa muove ai diversi tentativi di accreditare giuridicamente le unioni di fatto e soprattutto di alterare la definizione di matrimonio legalizzando le unioni omosessuali, ha un primo luogo l’obiettivo di difendere attraverso la famiglia un bene umano insostituibile.
E il bene umano chiede a tutti, credenti e non credenti, una rigorosa attenzione alla verità dell’uomo.
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.