In un discorso rivolto ai giovani il Papa tra l’altro ha detto: Carissimi giovani, riconosco la vostra fiduciosa esuberanza e la voglia di vivere, ma anche i problemi che vi assillano che talora rischiano di soffocare i vosri entusiasmi.

So che la vostra giovinezza è insidiata dal richiamo di facili guadagni, dalla tentazione di rifugiarsi in paradisi artificiali o di lasciarsi attrarre da forme distorte di soddisfazione materiale. Non lasciatevi irretire dalle insidie del male, ricercate piuttosto una esistenza ricca di valore, per dare vita ad una società più giusta e aperta al futuro.

Nell’amore autentico si trova la chiave di ogni speranza, perché l’amore ha la sua radice in Dio. Questo amore ha il volto dolce e compassionevole di Gesù Cristo: Egli è la risposta ai vostri interrogativi e problemi; in Lui viene avvalorata ogni onesta aspirazione dell’essere umano. Egli sa di poter contare sulla vostra generosità e coerenza: per questo si attende molto da voi: seguitelo fedelmente, e per poterlo incontrare amate la Chiesa, sentitevi responsabili, non rifuggite dall’essere coraggiosi protagonisti.

Siete chiamati a realizzare un progetto di vita e cose grandi e belle secondo il cuore di Dio e a dare il vostro contributo a costruire la civiltà dell’amore. Non è sempre facile compiere questo cammino, ma lungo questa strada avete una certezza a cui ancorarvi: la compagnia di Cristo risorto. Egli non vi deluderà.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.