Con viva gioia porgo il mio cordiale e sincero saluto a tutti, specialmente a coloro che lo ricevono attraverso le righe di questo foglio parrocchiale.
Sono don Andrea Finco, nato trentasei anni fa e sacerdote da undici anni. Originario di Gallio, ho prestato il mio precedente servizio presbiterale nella Unità Pastorale di Enego, Fosse, Stoner. In questa domenica entro a pieno titolo nella parrocchia Santa Maria di Cittadella in qualità di parroco. Fiducia e tensione sono i due sentimenti che provo in questo periodo. Fiducia, perché so che il Signore Gesù Cristo mi accompagna sempre con la forza dello Spirito Santo.


Tensione, perché oggi inizia un'avventura nuova, sia per me, sia per questa nostra parrocchia.
Ci si aspetta forse da me una linea programmatica, qualche progetto portante nel corso dei prossimi anni. Ebbene, tale programma, magari ovvio e scontato, consiste nell'annunciare Cristo, morto e risorto. Tutto il resto viene per conseguenza.
In particolare, un parroco con la sua parrocchia ha il dovere e il privilegio di promuovere la liturgia, la catechesi e la carità.
La liturgia è la celebrazione del mistero di Cristo, presente nei sacramenti, ma è anche il veicolo ufficiale attraverso il quale arriva al Padre la preghiera dei singoli, della Chiesa locale e di quella universale.
La catechesi è l'accompagnamento delle persone verso il Signore Gesù.
La carità, non la beneficenza, è la concretizzazione dell'amore verso il prossimo cioè la realizzazione del doppio comandamento di Gesù.
Procedendo in queste tre direzioni, penso che sarà, già così, un buon impegno.
Non mancheranno certamente problemi e soddisfazioni, perciò il mio vuole essere un incoraggiamento a partire o a ripartire, fiduciosi nella forza del Signore Dio e di Gesù Cristo, suo Figlio.
È certamente da evitare il pericolo che, con l'urgenza di fare, si perda di vista il Signore. Il discernimento costante deve illuminare le proposte e le iniziative, per non sprecare energie preziose e mancare l'obiettivo.
Infine ringrazio sentitamente tutti coloro che hanno organizzato e gestito il mio ingresso qui a Santa Maria.
Ringrazio don Renato Pilotto che negli ultimi mesi ha guidato questa comunità parrocchiale.
Ringrazio gli amici, i parenti e i conoscenti che mi hanno accompagnato nell'ingresso in questa parrocchia, tra i quali le persone di Enego.
Concludo invocando il Cuore Immacolato di Maria, patrono di questa chiesa, perché renda tutti noi missionari, annunciatori credibili e testimoni convincenti del vangelo.

Don Andrea Finco

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.