Nelle celebrazioni eucaristiche risuona l’invito del celebrante: «Diamoci la mano ». È un gesto simbolico che spesso facciamo in modo un po’ distratto, talora oculato, per trovarci vicino qualche persona che non gradisce o non si scomoda più di tanto. I piccoli tendono facilmente le mani in modo festoso, facendo quasi il giro attorno: a dir la verità basterebbe dare la mano solo a chi ci sta vicino, sempre con gentilezza.
È un gesto semplice, ma carico di significato che domanda un certo impegno di vita.
Facciamo così nostra una preghiera, trovata sui banchi d’una chiesetta di montagna.



Mani…

Signore, che la mano giovane stringa la mano anziana e tra loro si incroci la mano eterna di Cristo.
Che la mano debole cerchi la mano forte e tra loro si incroci la mano sicura di Cristo.
Che la mano bianca stringa la mano scura e tra loro si incroci la mano santa di Cristo.
Che la mano delicata stringa la mano callosa e tra loro si incroci la mano forata dei chiodi di Cristo.
Che la mano del sapiente cerchi la mano dell’ignorante e tra loro si incroci la mano umile di Cristo.
Che la mano dell’innocente stringa la mano del peccatore e tra loro si incroci la mano che perdona di Cristo.
Che la mano del cieco stringa la mano di chi vede e tra loro si incroci la mano che guida di Cristo.
Che le mani dei sani cerchino le mani dei malati e tra loro si ponga la mano miracolosa di Cristo.
Che le mani chiuse si aprano ad altre e tra loro si intreccino sempre le mani di Cristo.
Allora «diamoci una mano», non solo simbolicamente, ma anche concretamente.


don Domenico Frison

"Per un pugno di dollari"


Cittadella ascolta


17 dicembre 201817 dicembre 2018

I sette peccati capitali della ricchezza

cottarelli

PROF. CARLO COTTARELLI, economista


Venerdì 25 gennaio 2019

La responsabilità delle élites

calenda

Dottor Carlo Calenda già  ministro dello sviluppo economico


Venerdì 1 febbraio 2019

Ricchezza e Disuguaglianza

padovan

PROF. PIER CARLO PADOAN già ministro dell’Economia e delle Finanze.


 Lunedì 4 marzo 2019

Da ricchezza che non sazia

bruni

PROF. LUIGINO BRUNI, Professore Ordinario in Economia Politica al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue Moderne dell’ Università Lumsa di Roma

Assemblea diocesana 2018 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.