Non permettere che le cose da fare ti diano ansia: resta sveglio.

Non permettere che la facciata, che è ciò che sembra e che appare, ti nasconda il cuore delle cose e l’anima delle persone: resta sveglio.

Non permettere di avere così tante cose da fare da non percepire più cosa provi e cosa senti: resta sveglio.

Non permettere che ciò che fan tutti diventi ciò che fai anche tu solo perché lo fanno tutti: resta sveglio.

Non permettere che l’odio, la rabbia, il cinismo inondino il tuo cuore così da non provare più meraviglia e stupore per ciò che vive: resta vivo.

Non permettere che il “duro quotidiano” cancelli i tuoi sogni, le tue aspirazioni e il desiderio d’infinito: resta vivo.

Non permettere a nessuno di comandarti, di gestirti, di toglierti la tua vita, così da perderti o da annullarti: resta vivo.

Non permettere al dolore di eliminare dalla memoria la gioia, né alla sofferenza di piegarti: resta vivo.

Non permettere a ciò che succede, di impedirti di lottare per un mondo nuovo, migliore, un mondo meno alienato e ottuso: resta vivo.

Non permettere alle dicerie di convincere il tuo cuore, né alle soluzioni facili di ingannarti: resta attento.

Non permettere che qualcosa zittisca ciò che hai dentro, la forza, i sentimenti, la tenacia: resta vivo.

Non permettere alla disperazione di vincerti, né all’angoscia di smarrirti, né alla paura di azzerarti: resta fiducioso.


cena.png

Signore che c’inviti alla tua “tavola” fa che sappiamo condividere

quanto abbiamo di buono con i nostri fratelli. Auguri di cuore!

don Domenico Frison

pippo


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.