La classe Seconda Media di catechismo della Parrocchia di S. Maria si è recata in pellegrinaggio al Santuario di Scaldaferro Venerdì 30 marzo. Per noi catechisti e per i ragazzi che hanno partecipato è stata un’esperienza unica e diversa dal solito, anche da quanto uno possa pensare in merito ad un pellegrinaggio, fatto magari di tante preghiere di invocazione.

Infatti, quel Venerdì pomeriggio, abbiamo pregato rimanendo in “ascolto” con le orecchie, con gli “occhi” ma soprattutto con il “cuore”. Tutto questo attraverso il mosaico, costruito pregando da Fr. Rupnik e suoi collaboratori in otto giorni, che rappresenta la vita di Gesù per la nostra salvezza, in modo intenso e meraviglioso.

Andate a vedere per credere o meglio, come dice Gesù nel Vangelo: « Venite e vedrete ».

Bella esperienza fatta insieme con gli altri, “sotto lo sguardo” della Madonna e del figlio suo Gesù guidati da Padre Luigi, uno dei sacerdoti Marianisti che custodiscono il Santuario dedicato a Maria SS. “salus infirmorum” cioè “salute degli infermi”, dove molte persone si recano per chiedere l’intercessione della Madonna per la salute sia del corpo che della propria anima.

Padre Luigi ha saputo coinvolgere i ragazzi con il suo raccontare spiegando ciò che il mosaico, o meglio come dice lui il “musaico” ispira ai nostri cuori in tutta la sua bellezza.

Alla fine abbiamo pregato il Signore che ci ha affidato a Sua Madre come figli suoi e lo stesso P. Luigi ha invitato tutti noi a tornare in visita al Santuario, magari con le nostre famiglie, oppure con altri amici per condividere esperienze di fede con spirito fraterno.

Gianna Rosso e Giorgio Berton (catechisti)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.