GRANDE SFIDA INIZIAZIONE CRISTIANA:
una grande sfida e un grande cantiere che si apre, in Diocesi di Padova e in Parrocchia a Santa Maria, perché i nostri ragazzi possano arrivare, nell'età della consapevolezza, alla fede personale, attraverso il percorso di I. C. Tutta la comunità è chiamata a comprendere gli aspetti importanti dell'Iniziazione Cristiana e a collaborare insieme nella sua attuazione, partendo dai ragazzi e dalle loro famiglie.

PERCHÉ SI È ARRIVATI A QUESTO?

La situazione attuale di secolarizzazione che ci raggiunge tutti non è la fine del Cristianesimo ma di un certo tipo di Cristianesimo. Di quel Cristianesimo cioè nel quale cittadino e Cristiano coincidevano, nel quale non si poteva altro che essere Cristiani. Dove i più accettavano di vivere una fede dovuta, scontata, obbligata.
È importante capire che non è finito il Cristianesimo, ma che deve essere al passo dei tempi con la nuova società.

COME ERA TRASMESSA LA FEDE?
I tre grembi naturali di generazione alla fede erano questi. Famiglia: non teoricamente (cioè facendo catechismo) ma nella vita quotidiana.
I bambini respiravano la fede nei rapporti che vivevano. Scuola: nella scuola elementare, la maestra raccoglieva il testimone e continuava questa educazione religiosa diffusa. Parrocchia/ paese: era la famiglia allargata. La Parrocchia non aveva il compito di generare la fede, ma di nutrirla, custodirla, curarla e renderla coerente. Il catechismo serviva per far comprendere, approfondire e spiegare quello che i ragazzi vivevano diffusamente nelle loro famiglie, a scuola e in Parrocchia/Paese.

COME TRASMETTERLA OGGI?
È cambiato completamente tutto. Oggi viviamo in un villaggio globale (televisione, internet, reti, satelliti) che però non educa più: c'è di tutto ma poco o niente di Cristiano. Nella scuola la laicità dell'insegnamento è diventata la parola d'ordine. Nella famiglia i genitori non hanno più un modello educativo sicuro da applicare. Anche i genitori credenti hanno diminuito la loro capacità di comunicare la fede: anche in loro la fede è in stato di dubbio, di crisi o di semplice abitudine.

DOVE STIAMO ANDANDO?
Il termine "iniziazione" deriva dal verbo latino "in eo" che significa "entrare dentro" e da un punto di vista di esperienza tipicamente umana, iniziazione esprime una "azione iniziale".
Ma ha anche significato di "introdurre attraverso un'azione". I Vescovi parlano di Iniziazione Cristiana (I. C.) come di un cammino di "apprendistato" della vita Cristiana. Come in ogni apprendistato anche nell'iniziazione cristiana c'è bisogno dell'aiuto di chi è già "dentro" (adulti nella fede) che testimoni, accompagni, spieghi e sostenga chi muove i primi passi nella fede (bambini e ragazzi).
Il fine dell'I. C. (Iniziazione Cristiana) è introdurre alla vita Cristiana, che significa: - iniziare una relazione nuova con Gesù Cristo; - essere aiutati ad inserirsi nella vita della Chiesa.
Ci vogliono quindi anche degli Accompagnatori che si mettano accanto e che, con pazienza, introducano, facciano sperimentare, diano fiducia, mostrino con la loro vita come deve vivere il Cristiano (cioè essere testimone). Per questo l'Iniziazione Cristiana (I. C.), in particolare quella dei ragazzi, non riguarda solo i catechisti, ma anche le loro famiglie e l'intera Comunità di adulti. Ed è così che accompagnare i ragazzi diventa una splendida opportunità per un risveglio alla fede degli adulti all'interno della Comunità Cristiana. La nostra Diocesi ha ufficialmente aperto il cantiere per ripensare la struttura dell'Iniziazione Cristiana (I. C.) coinvolgendo le famiglie e l'intera Comunità di adulti.
Noi con tutti Voi e con l'aiuto del Signore, partiremo per questa nuova sfida, il prossimo autunno.

Il gruppo dei catechisti di Santa Maria.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.