Occasione speciale quest’anno per la comunità di S. Maria che domenica 27 gennaio ha accolto i bambini e ragazzi dell’ACR di tutto il Vicariato di Cittadella, giunti per vivere assieme la Festa della Pace negli ambienti del Patronato e della Palestra “Giovanni Paolo II”.
La Festa è giunta a conclusione di un cammino nel quale i ragazzi sono stati coinvolti e guidati a prendere consapevolezza di come anche la strada possa essere luogo di vita e di relazioni sane. In che modo? Imparando a conoscere e a leggere i segnali stradali, facendosi promotori del rispetto dei pedoni, dei ciclisti e degli altri automobilisti i ragazzi hanno compreso che il rispetto delle norme stradali, dell’ambiente e delle strutture porta a creare e vivere relazioni di pace e di armonia.
I ragazzi per tutta la mattinata, divisi in gruppi d’età, hanno potuto sperimentare tutto questo attraverso giochi e attività che hanno permesso loro di capire come il rispetto da parte di tutti delle regole permetta di vivere in armonia e senza pericoli.
A mezzogiorno il bellissimo momento di condivisione assieme anche ai genitori che ci hanno raggiunto per mangiare in un clima di semplice fraternità una buona pastasciutta.
Mentre nel pomeriggio i ragazzi tutti assieme continuavano le loro attività, l’attenzione dei genitori è stata rivolta a quelle strade che non sono per nulla luogo di vita armoniosa e di pace. In particolare le strade dei paesi poveri, in cui la violenza e lo sfruttamento dei bambini le rendono luoghi di morte e di non vita.
Un’attenzione particolare è stata posta ai bambini di Tbilisi, capitale della Georgia, ai quali è stato devoluto parte del ricavato della festa. I genitori sono stati poi interessati anche a capire come, partendo dalle loro realtà famigliari, possono diventare loro per primi promotori di un ambiente di vita sano e sereno per i loro figli.
A conclusione della giornata la celebrazione eucaristica, in una palestra veramente gremita di ragazzi e genitori, dalla quale è scaturito l’impegno di farsi promotori di Pace nella strada, ad essere “vigile” di se stessi e degli altri, crescendo nel senso di Responsabilità.
Un grazie sentito a quanti hanno partecipato e collaborato alla buona riuscita di questo evento: volontari, educatori, ragazzi, assistenti, simpatizzanti….
Un augurio di una vita intrisa di relazioni sane a tutti i ragazzi delle parrocchie che hanno partecipato. Un pensiero particolare alle parrocchie dove la realtà dell’ACR non è presente o ben solida per aver “trovato ugualmente le forze per partecipare”. Anche la nostra Parrocchia di S. Maria è riuscita a partecipare grazie alla buona volontà delle catechiste che hanno creduto all’iniziativa proposta. Speriamo che questo sia il primo di numerosi altri momenti di collaborazione…e che le nostre strade continuino ad incrociarsi lungo il cammino di formazione che stiamo proponendo ai ragazzi.-

Daniele

"niente paura"


Cittadella ascolta


24 novembre 2017

Professor Alessandro Albizzati
medico chirurgo, specialista in Neuropsichiatria Infantile
ALESSANDRO ALBIZZATI

Desiderio di morte e desiderio di vita nel mondo giovanile


2 dicembre 2017

Claudio e Paola Reggemi
genitori di Giulio
CLAUDIO PAOLA REGENI

La paura di un'idea


12 gennaio 2018

Dott. Piercamillo Davigo
magistrato, professore della 2ª Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione
PIERCAMILLO DAVIGO

La giustizia che non teme


Martedì 13 febbraio 2018

Professor Stefano Zamagni
economista, professore ordinario di Economia Politica all'Università di Bologna e di Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center.
STEFANO ZAMAGNI

La globalizzazione tra paure ed opportunità


Mercoledì 18 aprile 2018

S.E. Francesco Montenegro
cardinale e arcivescovo di Agrigento, presidente di Caritas Italiana
FRANCESCO MONTENEGRO

La civiltà del coraggio

Orientamenti pastorali 2016 17 1

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.