di 15 alunni della Classe 5a Elementare di Santa Maria

Gli alunni della classe 5a di Santa Maria, con i loro Genitori e la maestra Flavia si sono recati in gita pellegrinaggio a Roma partendo il giorno Venerdì 12 febbraio. . . è stato faticoso ma molto bello! PRIMO GIORNO: la sveglia suona alle ore 7,30 e dopo la colazione, accompagnati dalla bravissima guida Ivana, ci siamo recati al Colosseo ed ai Fori Imperiali alla scoperta di Roma antica, concludendo la mattinata all’Altare della Patria e Piazza Venezia. Dopo pranzo abbiamo visitato le Catacombe di San Sebastiano dove i primi Cristiani praticavano il culto dei loro cari defunti. Una svolta per la civiltà di allora, infatti si è iniziato a dare importanza più alla vita eterna che a quella terrena, alla luce del messaggio di Cristo Risorto. In questa Quaresima, preparandoci alla Pasqua, fa certamente riflettere a noi tutti distratti dalle “cose del mondo” l’esempio dei primi martiri Cristiani che affrontavano la morte sostenuti sia dall’amore per il loro maestro Gesù che dalla convinzione della resurrezione finale. Abbiamo concluso la serata di Sabato in maniera artistica recandoci alla Fontana di Trevi e girando in pullman per Roma scorgendo i suoi luoghi caratteristici, illuminati dalle luci serali.

SECONDO GIORNO:

Domenica “Giorno del Signore” iniziato subito con sveglia alle 7 e S.

Messa alle 7.30 celebrata dove eravamo alloggiati, lontani circa 20 km da Roma, al Villaggio di accoglienza Pellegrini “Fraterna Domus” fondato da un sacerdote Bassanese: don Francesco Bisinella. Subito dopo la colazione abbiamo visitato Castelsant’Angelo per poi dirigersi verso Piazza S. Pietro per l’Angelus del Papa. Momento sicuramente emozionante: sentire dal vivo le parole del Santo Padre in merito alle Beatitudini del Vangelo di Luca. Bello pregare con lui anche per quelli che erano rimasti a casa. Domenica pomeriggio invece più mondano con visita a Piazza Navona, San Clemente, Trinità dei Monti, Piazza di Spagna e Piazza del Popolo.

TERZO GIORNO:

Basilica di San Pietro, con sveglia alle 6.30 per non perdere l’abitudine! L’alzataccia ci ha però consentito di entrare agevolmente in Basilica (la più grande al mondo) senza fare code. Coinvolgente la visita alle tombe dei Papi, con piccola sosta davanti a quella di Giovanni Paolo II, il Papa polacco.

Siamo poi stati affascinati dalla bellezza e grandezza dell’interno della Basilica ed alcuni di noi sono saliti fin sopra al cupolone per ammirare e salutare la “Città Eterna” dall’alto, quindi dopo il pranzo siamo partiti per il rientro a Santa Maria con arrivo nella serata di Lunedì 15 febbraio, verso le ore 22.00, sotto lo sguardo protettrice della Madonna. . .

Giorgio Berton

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.